Chiesa San Francesco

sabato 28 aprile 2018


La chiesa sorge nel centro storico del paese ai piedi del palazzo ducale e a poca distanza dalla cattedrale.

L’aspetto esteriore attuale potrebbe ingannare circa la datazione; in realtà ha origini remote risalendo al XIV, nel 1312 Papa Clemente V concesse ai frati Minori Conventuali di edificare in Larino e Limosano. Di quel edificio sopravvive ancora pochi elementi come monofore nel muro meridionale, le basi delle antiche colonne romaniche rinvenute nell’abside e la torre campanaria eretta su un arco a sesto acuto.

Sulla vita del convento non abbiamo notizie certe, solo dal 600 abbiamo qualche notizia. Visse a quel tempo Papa Giovanni da Larino. In suo ricordo è stata affissa un’epigrafe nella chiesa nel 1640. A lui si deve la costruzione del soffitto in legno intagliato e dorato.

Dalla relazione del 1684 di mons. Quaranta sappiamo che nel convento vivevano 4 frati, c’erano all’interno della chiesa 7 altari: l’altare maggiore, S.Antonio di Padova, S. Nicola, S. Maria della Pietà, il Crocifisso, l’Immacolata Concezione e S. Francesco d’Assisi.

L’altare maggiore: dotato di 6 candelabri dorati, sostenuti da un ciborio dorato, al cui interno c’è la pisside d’argento con il SS. Sacramento;

L’altare di S. Antonio: statua in legno del Santo, un tempo di proprietà di un’antica famiglia larinese;

L’altare di S. Nicola: ornato da un dipinto del Santo e di S. Lucia;

L’altare della Pietà: sormontato da una pala raffigurante la Madonna col Bambino tra S. Antonio e S. Francesco;

L’altare del Crocifisso: con crocifisso ligneo;

L’altare dell’Immacolata: dipinto della Madonna;

L’altare di S. Francesco: statua del Santo, coro, pulpito,2 confessionali, organo sopra l’ingresso della porta maggiore. In sagrestia vi era uno stipo per la custodia delle reliquie di mons. F. Apicella, vescovo della città dal 1656 al 1682.

Dalla stessa relazione del Quaranta apprendiamo che la torre aveva 2 campane.

Mezzo secolo dopo l’altare della pietà fu sostituito, furono eletti nuovi altari: S. Maria degli Angeli, S. Lucia.

Nel 1746 il soffitto fu sostituito con una volta in muratura, l’anno dopo fu affrescata da Paolo Gamba, artista molisano di Ripabottoni. L’affresco rappresenta l’Assunzione di Maria Vergine ed è sostenuto da 4 pennacchi con le raffigurazioni dei 4 evangelisti; la tradizione dice che l’evangelista Luca sia l’autoritratto del pittore. Il coro venne restaurato, furono affisse 6 tele centinate alle pareti, nella volta dell’abside venne dipinto un S. Francesco d’Assisi in estasi. L’altare maggiore fu sostituito da uno nuovo in marmo policromo, l’altare di S. Francesco venne posto di fronte a quello del Crocifisso. L’altare della Immacolata è dovuto alla devozione di un sacerdote di Larino, D. Giuseppe Caprice.

XIX secolo ulteriori restauri: la facciata con un portale nuovo in pietra con lo stemma francescano, decorazioni varie sugli altari di S. Antonio e dell’Immacolata.

Nel 1809, in seguito alla soppressione degli ordini religiosi, i PP. conventuali dopo 5 secoli lasciarono la città; il convento divenne prima quartiere di gendarmeria, pio sede di educandato ed infine caserma dei carabinieri.

Il campanile venne acquistato da Giuseppe Palma nel 1867 e venne adibito ad abitazione, nel 1799 una campana venne donata alla chiesa di S. Stefano, detta del “consiglio” perché al suo suono si radunavano le Autorità locali ed il Parlamento.

La chiesa passò al Comune, nella seconda metà dell’800 fu restituita al clero diocesano.

1886 gravi lesioni nella volta, fu chiusa e riaperta poco dopo, nel 1904 nuovi problemi sul muro meridionale ormai pericolante (pavimento sostituito). 1962 chiusura dovuta al terremoto.

 

I lavori fatti negli anni duemiladieci ha portato alla luce, in particolare, in due monofore ed ai resti di alcuni affreschi posti lungo l'andamento poligonale dell'abside, il tutto risalente, con ogni probabilità, all'epoca in cui venne realizzata la chiesa.

 

La Chiesa di San Franceco riapre al culto il 3 Maggio 2018


 

 

 

 

 

  MENU  
 CONCORSI
 METEO LARINO
 RACCONTANDO LARINO
 SEZIONE BIBLIOGRAFICA
 VIDEO GALLERY
 LINK ISTITUZIONALI
 PHOTO GALLERY
 NEWS LETTER
 CONTATTI